Speciale ArtVerona_IN FIERA

INTERVISTE, PERFORMANCE E MOSTRE

 

MODELLO ITALIA_BOXART Conversazione con Beatrice Benedetti

La Galleria “Boxart” ha un nome che è già una dichiarazione d’intenti: essere un “contenitore per l’arte contemporanea”. Nel corso degli anni si è evoluta, aperta a sempre nuovi stimoli e orizzonti, costantemente a stretto contatto con importanti artisti e curatori d’eccezione. Attuale titolare della Galleria è Giorgio Gaburro, uno dei due appassionati che nel 1995 diede inizio a quest’avventura. Per ArtVerona è stata riproposta una sintesi della mostra da poco conclusa alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma “Isgrò_Modello Italia”, abbinata ad opere di Hermann Nitsch, Liu Bolin e per la prima volta Mauro Fiorese, un nuovo artista associato alla Galleria. Così Boxart appare doppiamente emblema di tutto ciò che una Galleria italiana oggi dovrebbe avere: la passione per l’arte e la capacità di fare rete senza dimenticare le origini.

Boxart – Galleria d’Arte – via dei Mutilati, 7/a – 37122 Verona ITALIA

RITMI E INCOMUNICABILITA’ D’UNA COPPIA Performance “The love box” – Archivio QueerItalia

Nel padiglione 11, nei pressi di una casa/scatola in legno traforato realizzata da Alberto Favaretto nello spazio di QueerItalia, si è tenuta la performance “The Love Box” di exvUoto teatro. Divertiti e increduli, da più punti di vista abbiamo osservato e spiato, i gesti, o meglio, le gesta di una coppia contemporanea. La routine quotidiana di due persone dai ritmi forsennati e ripetitivi era accompagnata con una colonna sonora di pensieri e musica. Incapaci di comunicare ed emozionarsi realmente, chiusi nel loro non-mondo, sempre con le stesse prospettive, come in un videoclip, la coppia alternava litigi e amore, ritornelli tra passato e futuro. Imprigionati l’uno nell’altra, isolati, incapaci di immaginare uno stile di vita alternativo al loro, anestetizzato dalla realtà, illusi d’esser protetti: come esseri in trappola, o animali da circo alle prese con esibizioni e pose fotografiche, giochi, lavaggi, vestizioni e vestizioni, pranzi e cene, costantemente impegnati in infiniti flash “privati”, in tutti i sensi, intimi e svuotati da qualsiasi fantasia e cambiamento. Così la più piccola forma di comunità ci ricorda i problemi del mondo attuale, fatto per la maggior parte da piccoli nuclei isolati d’individui che non riescono ad entrare in contatto tra loro.

L’“Archivio Queer Italia” (sezione Independents) è un archivio immateriale di diversità italiane curato e fondato da Giulia Casalini (co-Direttrice di CUNTemporary e curatrice indipendente). Tutto il team CUNTemporary ha collaborato alla realizzazione dell’intero programma di eventi pensati per ArtVerona.
Archivio QueerItalia arte/teoria/attivismo (Sezione Independents) Performance “The Love Box” di exvUoto teatro (Antonia Bertagnon, Andrea Dellai e Tommaso Franchin), sonorizzazione di Marco Campana, Box: Alberto Favaretto Progetto vincitore del bando Residenza IDRA, 2012

 

ARTVERONA MOSTRE IN CITTA’_ Giorgio Vigna e Daniel Gonzàlez

Gli artisti Giorgio Vigna e Daniel Gonzàlez hanno reinterpretato con le loro opere dei percorsi urbani creando nuovi immaginari artistici che dialogano armoniosamente e talvolta ironicamente con opere e monumenti già esistenti. Vi proponiamo le immagini dei loro recenti lavori e i loro interventi dal talk “MUSAE” del 10 ottobre 2013.
Vigna installa le sue creazioni nel museo di Castelvecchio completando un processo intellettuale iniziato già quando era più giovane e andava nel museo di Castelvecchio ad ammirare le sue bellezze e l’architettura di Carlo Scarpa.
Invece Gonzalez costruisce letterealmente il balcone di Romeo esattamente speculare a quello di Giulietta. Il balcone è un’idea concretizzata, vi è solo l’armatura difatti, ma è funzionale e prende sostanza nella personale soggettivazione moderna della storia d’amore dei due amanti con un finale più leggero.

 

One thought on “Speciale ArtVerona_IN FIERA

Lascia un Commento