PIXEL VS INCHIOSTRO. UNA SFIDA CONTEMPORANEA

Più libri più liberi anche quest’anno ha aperto le porte del Palazzo dei Congressi all’EUR di Roma agli amanti della lettura, presentando le ultime novità della media e piccola editoria. Dal 5 all’ 8 dicembre, nella XII edizione della fiera, oltre 370 editori hanno accolto il pubblico animando le giornate con workshop, presentazioni, dibattiti ed incontri con autori, critici ed editori. Molte le nuove uscite dediacate all’arte contemporanea.

Tante le novità rispetto allo scorso anno, come la grande apertura al digitale da parte di un numero di editori sempre più cospicuo.

Nell’eterna diatriba tra l’inchiostro ed il pixel infatti, seppure quest’ultimo sembra non riuscire ad annientare completamente il fascino vintage del suo rivale – che ha dalla sua secoli di esperienza nell’affinare armi di seduzione sempre più accattivanti – sta di sicuro conquistando una buona fetta di mercato. E così anche gli editori più restii, quelli che fanno questo mestiere da secoli e che, devoti al “Dio Gutenberg” hanno combattuto battaglie contro la morte del libro…si stanno aprendo al digitale, anche se fosse solo per non uscire dal mercato. Ma intendiamoci, pur decidendo di editare ebook, non hanno certo l’intenzione di rinunciare al cartaceo!

DSCN7109

C’è anche chi però naviga già da tempo nell’oceano digitale e sfrutta la fiera per lanciare addirittura una nuova collana ebook, deep: l’ultima trovata di :duepunti editore. Una collana di cultura, digitale e tecnologie “deep: vuole essere il nostro sguardo sulle forme della cultura che viviamo ogni giorno. Uno sguardo che sappia andare in profondità, che ci immerga nel cuore delle questioni, dei problemi e degli strumenti che plasmano l’orizzonte del presente. Un tuffo da cui riemergere più consapevoli e informati.” Ed i mai banali editori della casa palermitana la presentano vestiti da minatori e direttamente al pubblico che li interroga, senza troppe celebrazioni. E proprio a loro, a cui piace scavare in fondo fino a scovare il senso più profondo dell’esistenza, hanno dedicato un’interessante riflessione sul mestiere editoriale nell’ epoca 2.o, un editore sempre meno publisher e sempre più curatore-editor.

DSCN7108

 

Ma dalla fiera non poteva certo restare esclusa l’arte contemporanea, non solo per la presenza di storici editori specializzati o per le monografie dedicate agli artisti più noti, ma anche e soprattutto per le ultime tendenze della narrativa. Grandi novità vengono da l’Aracne editrice  che ha portato in fiera due delle sue ultime uscite dedicate al tema. Per la collana Filamenti, Racconti a Hopper di Carla Cirillo, dodici racconti ispirati ad altrettanti opere dell’autore e per la nuovissima collana Tele, Questa è arte! di Giovanna Corrias Lucente, presentata in fiera dal critico letterario Filippo La Porta, un inno all’arte ad ogni costo, nonostante il sistema di cui faccia parte.

DSCN7113

 

Lascia un Commento