Paolo Baraldi: maschere, manifesti e messaggi misteriosi

Lo scorso 8 novembre abbiamo incontrato l’artista Paolo Baraldi, in occasione dell’inaugurazione della sua mostra personale al Centro di Documentazione della Ricerca Artistica Contemporanea Luigi Di Sarro. Le sue opere ci hanno colpito fortemente: misteriose, capaci di far riflettere, seriose ed al contempo giocose, abbelliscono le città tappezzandone i muri come già i graffiti delle caverne nella preistoria, ma con esplicito riferimento ai media contemporanei.

 

 

Paolo Baraldi (Il Baro) street artist, coinvolge i giovani nei suoi progetti utilizzando svariati linguaggi e tecniche, disorientando il pubblico, ma non solo… (Per saperne di più: www.ilbaro.com/blog ).

“Paolo Baraldi. Io manifesto” mostra a cura di Economics Department con la partecipazione di Laboratorio HG 80 di Bergamo (8 – 30 novembre 2012) presso il Centro Luigi Di Sarro, ha proposto il manifesto quale traccia di una nuova via di comunicazione in cui il pubblico si osserva specchiandosi nei volti degli “altri”, i personaggi ritratti.

Graffitismo manifestazione sociale, culturale e artistica mondiale basata sull’espressione creativa con interventi pittorici urbani.

Urban/Street Art opere del tutto simili a quelle che vediamo nei muri delle città se esposte e/o messe in vendita dentro musei e gallerie o comunque luoghi d’arte istituzionali. Il primo artista a fare ciò fu Jean-Michel Basquiat che esordì dipingendo i muri di New York. Lo street artist più noto al mondo è Bansky, che fa arte burlandosi delle istituzioni. Celebre è anche Space Invader, che ha colonizzato mezzo mondo con le sue opere ispirate al personaggio del videogioco di cui porta il nome.

Film consigliato “Basquiat” di Julian Schnabel (1996).

 

Finto reperto preistorico inserito nel British Museum di Londra che raffigura un cavernicolo mentre spinge un carrello di un supermercato

Finto reperto preistorico inserito nel British Museum di Londra che raffigura un cavernicolo mentre spinge un carrello di un supermercato

Foto scattata in occasione della mostra Invader Roma alla Galleria Wunderkammern di Roma, marzo 2010 © Chiara Ferrara 2010

Foto scattata in occasione della mostra Invader Roma alla Galleria Wunderkammern di Roma, marzo 2010 © Chiara Ferrara 201

Lascia un Commento