NID FASHION SHOW

NID FASHION SHOW
12 Aprile 2014 | ore 19:30
Palazzo della Penna | Perugia

Il NID, Nuovo Istituto di Design di Perugia, il 12 aprile passato, ha presentato nello storico Palazzo della Penna a Perugia, in occasione della XIV NID FASHION SHOW, le collezioni 2015 dei suoi allievi del Corso di Moda del II e III anno.

 

 

IMG_2048Parafrasando il fulminante incipit del romanzo “Herzog” di Saul Bellow, si potrebbe affermare, riferendosi ad ognuno di questi giovani talenti della moda, che: “Se sono stilista, per me va benissimo…” ; in questo caso va bene a loro che hanno trovato una strada per esprimere le loro capacità e a noi che abbiamo potuto gustare un evento molto curato.

C’era del fuoco nelle collezioni Prèt-à-Porter e Haute Couture e le quattro tematiche che hanno accompagnato le rispettive uscite: MINIMAL COLLISION, ECO GAMI, ELECTRO-GAMI, PUN-KOUTURE; sono state dei fuochi pirotecnici di creatività e conoscenza sapienziale dei materiali, del loro uso e della loro composizione. L’esempio più significativo è stato la realizzazione degli accessori, dettagli che arricchiscono la collezione per la loro contemporaneità: progettati dagli stessi stilisti e modellati con l’uso della stampante 3D e complementi in cartone.

Quarantotto abiti in poco più di mezz’ora di catwalk in cui il gioco è stato l’elemento essenziale. I giovani stilisti hanno giocato nella “MINIMAL COLLISION” con destrutturazioni e asimmetrie che sfociavano nei colori boysh nero-antracite, celeste polvere e blu.

IMG_2159In “ECO GAMI” gli abiti prendevano le sembianze trapezoidali realizzati dai colori freschi e romantici.  Il tono ecrù degli inserti tradisce il tema “eco”. Anche in questa collezione il tema del gioco è stato sviluppato attraverso le sovrapposizioni e pieghettature del tessuto che è stato trattato come se fosse carta per dare sostanza significante di una consapevolezza matura che si tramuta in divenire dell’oggetto. Questa collezione colorata e giocosa non a caso è rivolta ad un target Baby, Junior e Teen Ager.

Nella Capsule Collectio “ELECTRO-GAMI” ispirata anch’essa all’arte dell’Origami e alla sua filosofia, la realizzazione dei capi è sostenuta con l’utilizzo del tessuto doppiato e dipinto a mano. Qui le fantasie fluo predominano e l’uso di tinture indurenti conferiscono la sensazione visiva della carta. Ecco come trasformare una conoscenza storico-filosofica dell’origami in una realtà contemporanea ultra moderna. Forme semplici e geometriche trattate in questo modo  diventano strutture complesse quasi fossero uscite dalla mente di un architetto, ma grazie allo studio profondo di pieghettature diventano accessibili e vestibili.

IMG_2281“PUK-KOUTURE”citata prima per gli avveniristici accessori, si ispira alla (non) estetica Punk che fonde in un crogiulo contemporaneo influenze gotic-grunge e materiali come cotone, tulle, eco-pelle e velluto. Il risultato è interessante e sebbene i toni cupi  del nero e della vinaccia predominino l’osservazione è esaltate.

Gli artefici di questo lavoro ben fatto sono: Azzurra Angeli, Lorenza Kathrin Binnici, Irene Ciminati, Ilaria Crocco, Daniela Di Palma, Angelica Di Palma, Lilia di Silverio, Mariachiara Di Pasquale, Sofia Granieri, Sharanjit Kaur, Veronica Libori, Cecilia Monetari, Beatrice Nocentini, Sofia Petrucci, Maria Cristina Sando, Alessia Sanzone, Martina Angon, Vito Balzano, Shanti Bosch, Ermelinda Bushojokaj, Rossella Candiglioti, Eleonora Pagliaro, Giulia Pettinari, Sonia Piarulli. Crinoline, cage-col e manchon sono stati creati in collaborazione con il designer Francesco Paretti e l’azienda B-Trade.
La ciliegina sulla torta è stata la cura del look di modelle e modelli affidata al gruppo Wella  e coordinato  dall’esperienza fondamentale di Gianni Biscetti.

Lascia un Commento