DALLA GRAZIA ALLA BELLEZZA INQUIETA

Sto caricando la mappa ....

Date/Time
Date(s) - 27/07/2013 - 31/08/2013
00:00

Location
Museo Civico San Francesco

Category(ies)


COSTUMI DI SCENA DELLE SARTORIE “CASA D’ARTE CERRATELLI” E “GELSI COSTUMI D’ARTE”

A cura di Paola Bortolotti, Andrea Grisanti e Alessia Vergari

OPENING: 27 LUGLIO 2013 ore 18:30
www.montefalcoinarte.it

dalla grazia alla bellezza

Nella splendida cornice del Museo Civico di San Francesco della città di Montefalco, cardinali, dame e cavalieri si affollano e si nascondono tra le cantine dei frati e gli affreschi del Benozzo Gozzoli.
Le sartorie “Casa d’arte Cerratelli” e “Gelsi costumi d’arte”, legate entrambe ad una storica attenzione al dettaglio e all’artigianato, ci accompegneranno in questo percorso fatto di conquiste e ideali di bellezza passati, che nella vita contemporanea tendono a riaffiorare e ispirare ancora stilisti e moda.
Con la collaborazione dell’hair stilist Samuele Miccoli e il fotografo di scena Francesco Berardinelli la mostra ricostruirà, con immagini, acconciature e belletti, le mode e gli stili di epoche che furono e che tanto ci sorpredono tuttoggi per originalità e accuratezza.
Tra i film presenti in mostra: “Romeo e Giulietta”e “La bisbetica domata” di Zeffirelli, “Los Borgia”, “Il Falco e la Colomba” e “La figlia di Elisa, ritorno a Rivombrosa”.

Alle ore 20:00 presso il Museo si assisterà al recital
“L’ARTE D’AMMIRARE” 
con Jane Alexander e Mauro F. Cardinali (voci recitanti)
Noemi Smorra (voce recitante e canto)
Lorenzo Cannelli (pianoforte)

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

La mostra “dalla Grazia alla Bellezza Inquieta” resterà aperta fino al 31 Agosto e si inserisce all’interno della manifestazione “Armonie d’Arte”, organizzata dall’Associazione MontefalcoinArte.

CASA D’ARTE CERRATELLI Nata all’inizio del secolo per volontà di un artista lirico, il baritono Arturo Cerratelli, uno dei primi interpreti della “Boheme” di Giacomo Puccini, la Casa d’Arte Cerratelli è divenuta col tempo la più antica e più bella gemma dell’arte italiana degli abiti di scena. La sua attività infatti fu iniziata nel 1916 ed è continuata fino ad oggi perpetuandosi, non solo come tradizione rispettata di padre in figlio, ma anche come attento ed appassionato impegno da parte dei membri della famiglia che in questo periodo si sono succeduti. Dal teatro lirico e di prosa, agli spettacoli televisivi, al cinema, al balletto, è stato un susseguirsi di titoli divenuti famosi, di registi e figurinisti di risonanza mondiale con cui la Sartoria Cerratelli ha collaborato per la realizzazione di costumi che hanno contribuito a rendere famosi moltissimi lavori.

GELSI COSTUMI D’ARTE Nasce con l’esperienza e l’artigianalità di Daniele Gelsi. La sua esperienza professionale più importante e significativa avviene grazie all’incontro con Giorgio Tani, capo sarto (per trentasei anni) della prestigiosa casa d’arte “Cerratelli” di Firenze. Collabora con il maestro dal 1995 al 2003 studiando, approfondendo, acquisendo abilità nel “taglio storico” e accrescendo nuove competenze e tecniche. Lo studio dei meravigliosi costumi del “Fratello sole e Sorella luna” e “Romeo e Giulietta” che Tani realizza magistralmente per il premio Oscar Danilo Donati, e la “Maria Stuarda” di Anna Anni, tutti per la regia di Franco Zeffirelli, sono lo specchio con il quale Daniele si confronta. Oggi sono numerosi i suoi lavori per il cinema e per i teatro come “Re Lear” di Michele Placido e Francesco Manetti, “Rigoletto” per il Carlo Felice di Genova (firmati dalla nota stilista Regina Schrecker). E con il costumista Luciano Capozzi: “Los Borgia” e “Federico II”, “la Figlia di Elisa ritorno a Rivombrosa” il “Falco e la Colomba” fino all’ultimo recente lavoro “Il commissario Nardone”.

Lascia un Commento